Nicolò Maccapan

Nasce a Legnago, Verona, il 21 ottobre 1988. Vive nel suo paese natale fino alla fine dell’adolescenza, per poi spostarsi in città, a Verona, intraprendendo gli studi universitari in editoria e giornalismo.

Genitori divorziati e intricate trame socio-amorose sviluppano in lui un senso umano che diventerà un vero e proprio strumento letterario, permettendogli di capire e poi spiegare dinamiche sociali, sentimentali; le sfumature, le debolezze dell’uomo.

Si avvicina alla letteratura pubblicando alcune poesie su riviste online, tra cui Poetare, Rimescelte e Segretidipulcinella, rivista (non solo online) di riferimento in ambito letterario, operante tra Milano e Firenze.

Giovanissimo, intraprende, con Memorie di un cavaliere, la strada del romanzo, descrivendo, attraverso un racconto di carattere cavalleresco, le difficoltà nell’imporre la propria personalità e le proprie volontà, le proprie scelte, in una società che si regge su gerarchie e rapporti basati sulla finzione. Il libro viene scelto dal gruppo Albatros-Il filo per la sua collana NuoveVoci.

Sempre la finzione, questa volta nei rapporti interpersonali, è il tema del suo secondo romanzo, La Nebbia al Centro. Una giovane coppia si trova a dover affrontare una gravidanza indesiderata, e a dover quindi operare una scelta che ne contiene in sé molte altre: tenere o no il bambino? Attraverso una particolare struttura a tre voci l’autore mostra, per ogni giorno della settimana in cui si sviluppa la storia, la giornata e il punto di vista prima del ragazzo e poi della ragazza, per poi dare spazio al nascituro, il quale, nel fantastico mondo di Verità, dovrà lottare per non scomparire.

Il realismo con cui viene descritta la vita quotidiana di una giovane coppia, con i suoi piccoli e grandi problemi, e l’esattezza con cui vengono mostrati i caratteri e i sentimenti dei protagonisti rendono questo romanzo uno specchio con cui ciascuno di noi dovrebbe confrontarsi.

In tutte le sue opere ha voluto unire la scrittura ad altre forme artistiche, prima tra tutte la pittura (si vedano le illustrazioni del giovane artista legnaghese Mattia Rossini a corredo delle Memorie di un cavaliere), convinto che la collaborazione tra le diverse arti sia fondamentale per avvicinare il pubblico al messaggio contenuto nell’opera.

Su questa strada prende il via l’avventura dei ritratti letterari.

Scopri maggiori informazioni sull’ultimo romanzo di Nicolò:

 

Nicolò Maccapan Scrittore di Ritratti Letterari

Charles Chavannes

Nasce nel 1955 a Belize City, in Centro America.

Dopo il college frequenta l’Art Institute di Fort Lauderdale, Florida, USA dove approfondisce la passione per il disegno e il fumetto coltivata fin dall’infanzia.

Fumettista, illustratore, grafico, pittore, insegnante di disegno e pittura, è stato anche manager e ha ricoperto l’incarico di Console Onorario per l’Ambasciata Italiana in Belize C. A. dal 2000 al 2006.

Dal 1979 ha pubblicato vignette di satira politica e sociale, partecipando alla nascita di diverse riviste di fumetto, e a cavallo degli anni Duemila ha pubblicato per dieci anni una striscia satirica settimanale sulla vita quotidiana in Belize.

Negli anni ’90 pubblica una serie di manuali illustrati su tematiche civili, sociali ed educative (“Your Rights as a Child”,“Stop all Discrimination Against Women”, “Caribbean Children’s Opinions Concerning Their Rights”, “Torn Pages” per Unicef; “The Constitution as a Supreme Law”, “Your Individual Rights” per la NGO “Society for the Promotion of Education and Research”; “Hurricaine Preparedness” per il Department of Women’s Affairs del Governo del Belize, ed altri ancora…).

Verso la fine degli anni ’90 inizia la sua attività di pittore professionista appassionandosi alla tecnica dell’acquerello e presentando i suoi lavori anche al “Taipei Fine Arts Museum” di Taiwan.

Tra i tanti lavori, nel 2005-2006 progetta, realizza e pubblica per il Dipartimento delle Nazioni Unite – Programma di Sviluppo un libretto informativo sulla protezione delle biodiversità e un libretto informativo sulla desertificazione del territorio, “Losing Ground“.

Nell’estate del 2009 ha presentato le mostre “Communications through art (from cave paintings to cartoons)”, mostra di fumetti tenuta presso il Museo Nazionale del Belize; “Acquerelli erranti”, esposizione di acquerelli tenuta presso la galleria Image Factory, Belize City; “The Watercolors and Pen and Inks of Charles Chavannes”, personale tenuta presso “The institute of creative arts”, National Institute of Culture and History, Belize City.

Dal 2006 vive in Italia, a Verona. A tutt’oggi è alla ricerca di nuove tecniche espressive e continua a tenere corsi di disegno e pittura.

 

Charles Chavannes - Ritratti Letterari

 

Come nasce la nostra collaborazione

La collaborazione artistica di Ritratti Letterari, nasce sul finire del 2013 quasi per caso, grazie all’incontro fortuito tra Nicolò Maccapan (ideatore e scrittore) e Charles Chavannes (pittore).

Nicolò espone la sua idea a Charles, il quale si dimostra entusiasta, e incoraggia lo scrittore ad iniziare l’esperimento. Il risultato sorprende entrambi poiché la somiglianza tra il disegno e la persona è impressionante.

Spinti da una prova così convincente, i due continuano fruttuosamente la loro collaborazione per tutto il 2014, ricevendo grandi soddisfazioni personali.

La storia di Ritratti Letterari è solo all’inizio, ed il meglio deve ovviamente ancora arrivare.

Ritratti Letterari - La collaborazione